In Sardegna vince la sostenibilità

Stampa 3D e Scuola

Come la stampa 3d può migliorare le attività interattive in una classe attraverso l'apprendimento partecipativo e pratico degli studenti.

Le possibilità di accesso alle tecnologie e la condivisione dei saperi resi possibili dal web, attraverso il concetto di open source e community, aprono inedite opportunità. Le stampanti 3D sono strumenti dell'ultima rivoluzione industriale legata al DIY (Do It Yourself), ma necessitano della creatività e della formazione di una generazione di artigiani/artisti/design/architetti, i makers, che stanno dando vita a nuovi modi di produzione e mirano a porre l'individuo al centro dei processi produttivi, Generazione Faber. Il laboratorio curato dall'Associazione culturale Sustainable Happiness in collaborazione con Marcello Cualbu dell'Associazione Quit, si inserisce come attività didattica nel ProgettoStudentiLAC Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco, progettato e coordinato dalla prof.ssa M.Beatrice Artizzu per il Liceo Artistico e Musicale Foiso Fois di Cagliari. Le attività proseguiranno con la partecipazione al Festival della Scienza e una serie di progetti in collaborazione con il CRSEM, CRS4, FabLab, Paraimpu, UniCa e Scuole secondarie superiori della Sardegna in sinergia con il territorio nazionale.

http://progettostudentilac.jimdo.com/laboratorio-stampa-3d/


In allegato - Articolo della rivista 3D Printing Creative, pubblicazione 20 settembre 2014

http://www.3dprintingcreative.it/

Allegati:
Scarica questo file (Articolo_PDF_Scuola.pdf)Articolo_PDF_Scuola.pdf[3D Printing Creative - Articolo]191 kB

ProgettoStudentiLAC - Se ascolto dimentico Se vedo ricordo Se faccio capisco

 


Vi rimandiamo al sito per le novità

Informazioni aggiuntive